Quando ci hanno detto che saremmo stati due giorni in una casa sperduta in Valle d’Aosta per un ritiro spirituale sinceramente non sapevo cosa pensare, a dirla tutta, non sapevo neanche cosa fosse un ritiro spirituale. Ma una volta arrivati ho capito che non sarebbe stata una cosa così noiosa come mi aspettavo.

Abbiamo subito fatto merenda e ci siamo sistemati nelle camere. Dopodiché ci siamo riuniti tutti in una sala, dove ci hanno distribuito un libretto che ci sarebbe servito da guida durante la giornata.

In questo libretto erano scritti molti pensieri, storielle e discorsi di personaggi, famosi e non, che interpretandoli nel modo giusto, mi hanno aiutato a riflettere sugli aspetti più banali della vita dando loro l’importanza che meritano e facendomi capire che le persone non sono tanto importanti per quello che sanno fare quanto per il loro modo di essere e di relazionarsi con gli altri.

Abbiamo anche discusso sul significato che ha il nostro futuro e sulle difficoltà che ci riserva, sottolineando l’importanza della scelta che tutti i tredici-quattordicenni devono fare in terza media.

I nostri accompagnatori ci hanno raccontato e spiegato il perché della loro scelta dandoci consigli e rispondendo alle nostre domande aiutandomi molto a chiarirmi le idee e facendomi capire che non sono l’unica a non sapere cosa fare del proprio futuro.

Inoltre abbiamo avuto l’opportunità di conoscere meglio i ragazzi delle altre classi, con cui magari non avevamo mai parlato, anche solo giocando a calcetto o facendo una passeggiata durante la pausa.

Ho ritenuto molto utile queste giornate insieme poiché ci hanno anche aiutato a dire cosa pensiamo senza vergogna davanti ad altre persone, ad esempio raccontando chi riteniamo che siano i nostri maestri nella vita, sia in senso positivo che negativo.

Tutti ci insegnano qualcosa, anche chi si comporta male con noi facendoci capire come non dobbiamo essere.

Arianna – 3°A (scuola secondaria di I grado)

 

per vedere tutte le immagini: Giornate di riflessione con le “Terze medie”

Cronaca Secondaria I GradoIn EvidenzaNews

I commenti non sono abilitati.